MOZIONE PER IL RIFIUTO DEI CRITERI PER LA CHIAMATA DIRETTA

mozionerifiuto

 

Il Collegio dei Docenti del................................................................, chiamato a deliberare sui criteri da selezionare fra i 18 previsti dall'accordo siglato tra alcune OO.SS. (CGIL, CISL, UIL, SNALS) e il MIUR, per le operazioni di mobilità 2017/2018, esprime la propria contrarietà alla chiamata per 'competenze' (chiamata diretta) istituita con la L.107/15 (art. 1, commi 79 e 80), perché nella scuola pubblica si accede e si acquisisce la titolarità per concorso e per graduatoria, come previsto dall' art. 97 della Costituzione.
Si ricorda che la delibera del Collegio dei Docenti, in questo caso, è un mero atto consultivo e non vincolante, tanto che l'accordo precedentemente citato prevede il limite temporale di sette giorni, trascorsi i quali il DS procede autonomamente e legittimamente come da normativa vigente sulla dirigenza scolastica ex L. 107/15, perché la decisione ultima è posta unicamente in capo al dirigente medesimo.
Ancora una volta, ma in questo caso non sulla base di una legge, ma addirittura di un'ipotesi di contratto, gli organi collegiali sono chiamati ad avallare, in un'ottica di corresponsabilità morale, la L.107/15, come già avvenuto con l'elezione del Comitato per la 'scelta' dei criteri per l'attribuzione del bonus premiale.

Data,                                                          

                                                                                   Firma/firme del/dei presentatore/i

Share